Posts Tagged ‘romantico’

Fragole e lamponi

No Comments »

 

In questi giorni sono arrivati i nostri pantaloni realizzati con il tessuto dei sari indiani

Naturalmente sono in colori straordinari e con una qualità di seta molto pregiata. Si adattano molto bene ad essere abbinati a maglie di cotone , a freschi top o a dolci camiciole a trapezio, corte suii fianchi e molto semplici, così da fare risaltare, in tutto il loro splendore, la bellezza dei pantaloni di seta.


“Non si è mai abbastanza eleganti”

No Comments »

 

“Non si è mai abbastanza eleganti”….

Non s’intende certo l’eleganza pomposa e non adeguata alle situazioni, ma, quel particolare tipo di eleganza che nasce da dentro di noi e che non muore mai.

Non si è mai abbastanza eleganti ….. anche quando la nostra rotta e’ un giro al supermercato perché anche un jeans e una camicia devono comunicare la nostra innata eleganza e, quindi, non saranno scelti a caso nel nostro armadio.

Non si è mai abbastanza eleganti … anche quando andiamo a mangiare una pizza perché non si possono davvero vedere tutte quelle ( e quelli naturalmente) che s’infilano addosso qualsiasi cosa con la scusa che “ intanto si va solo a mangiare una pizza”.

Non si è mai abbastanza eleganti… quando si va a lavorare perché l’ambiente di lavoro va rispettato, qualunque esso sia, indossando sempre qualcosa di fresco e pulito, non le solite cose, non sempre e solo di nero ma dimostrando di avere pensato alla nostra immagine con cura e attenzione.

Non si è mai abbastanza eleganti… quando siamo invitati a un matrimonio, a una cerimonia, a una festa perché la nostra eleganza sarà un rispettoso omaggio a chi ci ha gentilmente invitato.

E, per finire, non si è mai abbastanza eleganti anche quando siamo in casa perché  anche tra le mura domestiche, sia che viviamo da sole ma soprattutto se viviamo con il nostro amore, qualcosa di carino invece della vecchia tuta da ginnastica lo possiamo trovare. Penso che un bel leggings nero con un maglioncino lungo comodo leggero e carino e un paio di ballerine sia un insieme gradevolissimo.

 

 

 


La poesia di un abito

No Comments »

 

La nostra collezione si è arricchita di un nuovo abito.Realizzato in un bellissimo rasatello di cotone, ha nella sua anima qualcosa di dolcemente poetico unito a uno spirito up to date, singolare e molto affascinante. Le fantasie sono particolarmente attraenti, dal bianco latte con disegni azzurro polvere al rubino con straordinari e inaspettati fiori blu porcellana al banana con raffinati disegni cachemire verde acqua.

 

 

 


Nuvole sulla pelle

No Comments »

 

Nuvole sulla pelle, leggere ed eteree. Colori  impalpabili, sensazione di dolcezza e di armonia.

” A Parigi il cielo era terso e tantissime persone erano per strada a passeggiare nel Quartiere  Latino. Lei si mischiava tra la folla ma era unica. Nessuna e’ piu stata come lei, camminata leggera ma decisa, luce negli occhi chiari e movenze da ballerina. Quel giorno di fine febbraio indossava una cappa cammello su un abito azzurro con la gonna a ruota, guanti lunghi di pelle chiara e… null’altro se non il suo essere quella che nessun’altra e’ piu’ stata. Nel tempo a venire l’ho cercata sempre, ogni giorno, quando imperversava il vento o sotto la piaggia… “ Parigi 1954

 

 


Un atelier tra i fiori

No Comments »

Carl Massara  Atelier via Castelmorrone 9  Milano

Tr i fiori di un piccolo girdino milanese  spuntano i nostri nuovissimi vestiti rivisitazioni in chiave moderna di modelli anni ’50 

 


Rivisitzioni

No Comments »

 

Sono nati dei bellissimi abiti nella nostra collezione, rivisitazione in chiave moderna degli abiti anni ’50.

Realizzati in cotone e lino con una mano morbida e una luce opaca e vellutata che dona a questi abiti un sapore leggermente vintage ma con  uno spirito  libero e dinamico,

Oggi vi presento questo fantastico color geranio arricchito da piccoli mazzi di rose sparsi, come gettati a caso e sfumati come da una luminosità  soffusa di una dolce sera estiva.

 

 

 


Una nuova concezione di t- shirt

No Comments »

 

La vecchia t shirt cambia aspetto e abbandona decisamente  quell’aria basic di un tempo.

In questa nuova fase di grande rinnovamento si scoprono nuove forme e nuovi materiali. Non più solo cotone ma viscose elasticizzate, freschissime e molto piacevoli al tatto. Oppure jersey stampati con colori bellissimi.  Il confine tra una camicia e una t-shirt si assottiglia e prende forma un nuovo capo che ha la praticità della vecchia t-shirt acquistando, però, l’elegante femminilità di una tunichina o di una camicia.

L’idea della nostra collezione by Carla Massara Atelier è quella di avere nei nostri armadi quel qualcosa che sarà perfetto con qualsiasi paio di pantaloni, dal jeans al pantalone palazzo di seta, allontanandoci dalla concezione rigida dell’eleganza ampliandone i confini.

 


Mezzanotte sul mare

No Comments »

IMG_4834

Completi by Carla Massara via Castelmorrone 9 Milano

In estate ci sono serate magiche, dove tutto sembra fermarsi, anche il tempo. In momenti cosi, un paio di jeans non bastano.

Ci vuole qualcosa che renda omaggio alla bellezza della natura, che si fonda con essa, senza apparire stonata.

Via libera, allora, ai tessuti impalpabili, a qualcosa di speciale e di luminoso. A qualcosa che profumi di bello, di sensualità raffinata e di dolci armonie.

 

 

 

IMG_4843

IMG_4863


C’è lino e lino….

No Comments »

11377280_893690147355908_2536451177359484115_n

Camicia e pantaloni Pour que tu m’aimes di Carla Massara via Castelmorrone 9 Milano

Skirt and trousers Pour que tu m’aimes collection by Carla Massara, Milan Italy

C’è lino e lino….

Non sempre una camicia di lino è poi così bella come c’immaginiamo, Indossata si accartoccia su se stessa perdendo completamente la sua forma originaria. é inutili dire la solita frase: ” ma è il bello del lino!” perché non è vero. Non c’è nulla di bello nell’indossare uno straccio!

Appunto c’è lino e lino, con una grande differenza rispetto alla qualità del tessuto. Il lino italiano è molto prezioso ma anche altrettanto splendido.

Si stropiccia con grazia e non esageratamente. Mantiene sempre e comunque la struttura del capo che indosseremo, comunicando una sensazione di profumata freschezza unica al mondo.

IMG_2082.JPG


Non le solite camicie sotto il sole…

No Comments »

IMG_1831

Camicie Pour que tu m’aimes di Carla Massara, Milano via Castelmorrone 9

—————————————————————

Avere nel proprio armadio una serie di camicie colorate, a tinta unita o stampate, con molte varianti di colore  per fare tanti abbinamenti, è una grande sicurezza.

Qualsiasi evento ci possa capitare non ci troverà mai spiazzate, perché una camicia particolare, soprattutto in estate, risolve tutto.

Dal jeans al pantalone di seta largo , non c’è niente di meglio di lasciare le  t-shirt e magliette varie nell’armadio ed indossare una camicia o una tunichina per sentirsi subito avvolta in qualcosa di speciale che ci toglierà una bella manciata di anni e aggiungerà un tocco di classe.

 

IMG_1822

IMG_3695 (1)


Tempo di jeans

No Comments »

IMG_1350

Camicie Pour que tu m’aimes di Carla Massara, via Castelmorrone 9 Milano

————————————————–

Oggi è tempo di jeans. La temperatura mite invoglia ad indossarli. Ma con cosa indossarli?

Il jeans richiede qualcosa di speciale per valorizzarli. La solita banale t-shirt abbinata al jeans, se non si è Gisele Bundchen, è troppo poco.

Vi suggerisco delle camicine di cotone adattissime al jeans. Alcune hanno il bordo elastico da portare abbassato sulle spalle, altre hanno delle bellissime scollature,  Tutte molto femminili, con quella giusta dolcezza da contrapporre all’essenzialità del jeans.

 

IMG_1432

 

IMG_1378


Long dress only

No Comments »

IMG_1319

Finalmente tanti abiti lunghi per questa primavera!

Sono ritornati, prepotentemente, gli abiti lunghi, un pochino bohémienne, per attraversare con leggera spensieratezza questa primavera-estate.

Cosa non dovrà  mancare quindi nel nostro armadio per questa primavera – estate 2015?

Sicuramente qualche abito lungo, dal sapore anni’70

Sicuramente un jeans svasato in fondo, in pure stile seventy, da portare con zeppe alte di corda e una blusa con la scollatura elastica da poterla portare abbassata, con le spalle fuori.

Sicuramente delle  tunichine stampate e coloratissime da portare fuori dai pantaloni

Sicuramente dei pantaloni  fantasia, a bolli, a disegni grafici, a fiori

Suggerisco l’abito lungo a tutte, anche a chi è piccolina di statura. Al contrario di quanto si è sempre pensato, l’effetto verticale dell’abito lungo lungo slancia la figura. Indossiamolo pero’ con la disinvoltura e la fluidità  di una t-shirt e jeans e con la grazia di un passo di danza.

 

 

 

IMG_1317

 

IMG_1327

IMG_1330


Black and white

No Comments »

IMG_1276

 

Questo e’ l’abito più bello di questa settimana. Ha un fascino speciale fatto di dolcezza e di intrigante eleganza.

Il tessuto è corposo e quindi indossato è un piccolo capolavoro di perfezione. Mi piace pensarlo abbinato ad un paio di sandali di camoscio nero con il tacco alto e a una cappa bianca traforata di lino e seta. Un completo perfetto anche per un’occasione importante. Per esempio lo trovo indicatissimo per una cerimonia a maggio o giugno, come una Comunione o una Cresima.

Oppure ad un matrimonio di giorno, completandolo con una piccola clutch gioiello nera o argento.

IMG_1273

 

IMG_1274


Cosa c’è di più chic di una mantella per la primavera?

4 Comments »

 

image

 

Cosa c’è di più chic di una mantella per la primavera?

In questa stagione un po’ pazza dove tutto e niente e’ essenziale, trovo sia bellissimo avere un capo assolutamente speciale, unico e irripetibile. Quel qualcosa in più  che non hanno tutti, che non è banale ma talmente raffinata da stupire piacevolmente chiunque.

Questa mantella è stata realizzata con un particolare tessuto traforato tipo sangallo foderato in Jersey  per creare l’effetto “nude”e per dare alla nostra mantella la giusta consistenza per cadere  impeccabilmente.

 

imageimage

 

 


Una collezione di spolverini

No Comments »

 

image

Piccoli soprabiti di seta per uscire dalla mattina alla sera senza problemi.
Si abbinano perfettamente a tantissime cose e sono sempre adatti a tutte le situazioni.
Si possono collezionare negli anni, dedicandogli un’anta del vostro armadio. Passeranno molto poco fuori moda e li ritroveremo sempre quando ci dovesse servire un abbinamento particolare.
Personalmente io ho iniziato anni fa a collezionare spolverini ed ora ho una discreta e variopinta collezione che, oltre ad essere molto bella da guardare, mi è stata spesso molto utile.

image

 


Nuvole cittadine

No Comments »

IMG_2355
Cappa di mohair Carla Massara via Castelmorrone 9 Milano

————————-
Nonostante la città, lo smog, l’inquinamento, si ha tanta voglia d’indossare qualcosa di etereo, di chiaro e leggero come una nuvola. Questa cappa per la primavera si potrà indossare tranquillamente sopra a tutto, dal jeans a un pantalone nero con un pullover ad un abito.
Fantastica l’idea di questo punto realizzato come un ricamo, che crea una trasparenza dolce e discreta.

IMG_2353


Dipinti d’epoca

No Comments »

abito in velluto Pour que tu m’aimes by Carla Massara

 

Un tessuto prezioso realizzato in un semplice modello. Un bellissimo binomio che ci permette di spaziare nel mondo delle stoffe particolari, dei velluti di seta stampati, dove i tessuti hanno la bellezza dei quadri antichi e il fascino di tempi lontani.

Un semplice modello a tunichina permette di portare questi tessuti in ogni momento della giornata, anche in ufficio, smitizzandoli con stivali, calze nere coprenti e un colorato shatush girato intorno al collo.

 

 


Un armadio fiorito

No Comments »

Spolverino in seta Pour que tu m’aimes, abito in chiffon Pour que tu m’aimes e abito in seta stampata Pour que tu m’aimes per Carla Massara boutique

 

Archiviamo tutto il nostro abbigliamento nero che abbiamo accumulato negli anni. Maglioncini neri impilati uno sull’altro, tutti uguali, canottine, top, magliettine rigorosamente nere, pantaloni  di tutte le fogge, larghi, stretti,classici, particolari, ma sempre neri. Tutto il nostro armadio è stato per molte stagioni un unico colore, il nero e quasi sempre non distinguiamo più un capo dall’altro, sembra tutto uguale.

Ora basta, abbiamo voglia di colore, di fiori, di luce, di tessuti allegri e di fantasie accattivanti. Da questa stagione il vestito  che appenderemo nel nostro armadio sarà  tutto uno sbocciare di peonie rosa, di anemoni viola e di dalie corallo. Un colpo d’occhio stupendo e carico d’aspettative.

 


Una tuta sulla rotta Parigi – Milano

No Comments »

Tuta Tara Jarrmon per Carla Massara boutique

La tuta di jersey è un capo d’abbigliamento spettacolare . Se abbiamo la fortuna d’incontrare una tuta, come questa di Tara Jarmon, tagliata in maniera impeccabile, che valorizza tantissimo la figura, allunga le gambe, esalta il decoltè, assottiglia la vita….. non lasciamocela scappare!

Realizzata in blu notte raggiunge il massimo livello di raffinatezza, più che nera. e può tranquillamente sostituire  un abito da sera. Non occorre aggiungere molti accessori,  la tuta vive  un giusto equilibrio tra un raffinato minimalismo e una sensuale magia.

Rigorosamente portata con tacchi stratosferici o zeppe altissime, ci trasforma in un lampo in donne altissime e sottili come giunchi. Forse è questo il motivo per il quale c’è chi ne possiede una vera collezione nell’armadio.  La tuta della stilista parigina Tara Jarmon  batte tutte quelle che anch’io ho collezionato negli anni. Un incontro fortunato sulla rotta Parigi – Milano.

 

 


Una sera, a Parigi

No Comments »

tailleur Pour que tu m’aimes by Carla Massara
borsa Tara Jarmon per Carla Massara boutique

;

Stava scendendo la sera quel giorno di metà marzo a Parigi, quando la vidi. Era assorta nell’osservare attentamente una vetrina, guardava con grande interesse un tailleur in un delicato verde acqua con dei leggeri disegni rosa antico. Io la guardavo dai vetri del Bistrò dove ero seduto e ammiravo la grazia dei suoi movimenti, l’essere così naturalmente elegante nel suo spolverino avorio, stretto in vita, con la gonna ampia. Pensavo a quel tailleur che la stava incantando in quella vetrina e immaginavo quanto mi sarebbe piaciuto vederglielo indossato. Ma non conoscevo nulla di lei, chissà chi l’aveva amata….sicuramente l’amava ancora, non poteva certo averla dimenticata. Anch’io già l’amavo, una visione in quella sera di marzo in Place des Vosges, a Parigi…”. Parigi 1955

;