Posts Tagged ‘Germano Zama’

Nero assoluto

No Comments »

 

tunica in pizzo di lano Carla Massara boutique

cappotto con collo in mongolia Carla Massara boutique

 

Ci sono alcuni capi che non potrebbero essere stati realizzati se non in un assoluto stupendo profondo nero.

Il nero è il colore per eccellenza, il punto da cui poi si dipana tutto il resto, la base per aggiungere le tinte più sconvolgenti. Possiamo osare qualsiasi colore sapendo di poterci appoggiare su accessori neri, possiamo portare disinvoltamente un abito dalle tinte pazzescamente violente se poi possiamo contare su stivali e collant pesanti in nero assoluto.

Il classico total black è una garanzia sempre, una sicurezza in molte occasioni. In questi ultimissimi anni abbiamo imparato in molte a non abusarne come una volta, quando aprivamo il nostro armadio e non distinguevamo più nulla dal tutto nero che imperava. Ora spuntano dei bellissimi maglioncini rosa antico, degli abiti rossi e magari un cappottino color del cielo di novembre…

 

 


Una panchina romantica in via Castel Morrone

1 Comment »

Carla Massara boutique via Castel Morrone 9 Milano

 

Nel quartiere più parigino di Milano, ovvero Via Castel Morrone e dintorni, da pochi giorni c’è una romantica sosta: una panchina color lavanda attende chiunque voglia fermarsi a fare due chiacchere, a dare uno sguardo alla vetrina prendendo poi qualche raggio di sole, comodamente seduto. Un’atmosfera di vacanza e molti sorrisi hanno accolto questa novità del mio atelier.

Due dolcissimi abitini di pizzo sono stati scelti per inaugurare come set fotografico la nuova panchina. Un omaggio ad una serata romantica, quando aleggia nell’atmosfera  la voglia di fare tardi la sera contemplando uno splendido mare.

abito in pizzo di Carla Massara boutique

 

Abito in pizzo Carla Massara boutique

 

 

Abiti Carla Massara boutique


Ritratto in bianco e nero

No Comments »

Tunica in chiffon di seta Pour que tu m

Gli abiti parlano, ci raccontano la loro vita, da dove sono venuti, qual’e’stato il loro percorso prima di diventare abito. Un vero abito, costruito con passione e con amore, deve comunicarci qualcosa. Dobbiamo sentire sulla nostra pelle la sua storia e quella di chi l’ha creato amalgamarsi tra di loro.

La tunica di chiffon fotografata è un capo molto dolce e pieno di poesia. Indossandola regala un pochino della sua dolcezza ed eleganza senza tempo, racconta una storia di vita passata tra fotografie in bianco e nero e ritratti di una bellissima donna con la sua bambina.

spolverino do maglia e tunica in chiffon Pour que tu m


Pioggia di primavera

No Comments »

spolverino in cotone impermeabilizzato Carla Massara boutique

 

Se vi piace girare la vostra città a piedi o in bicicletta,  il capo più giusto in questo periodo è uno spolverino in cotone imprmeabilizzato.

Senza che qualche goccia di pioggerellina primaverile possa fermarci e con la sicurezza di potere andare ovunque, da un appuntamento di lavoro ad un giro di shopping, ed essere sempre adeguate elegantemente a qualsiasi situazione.

 

 

spolverino in cotone impermeabilizzato di Carla Massara boutique


Sogno di primavera

No Comments »

PER VISIONARE QUESTO FILMATO CLICCARE SULLA FRECCETTA IN CENTRO

La primavera e’arrivata, talmente calda e soleggiata da sembrare già maggio o giugno. Assolutamente inadeguata qualsiasi giacca che ricordi l’inverno o l’autunno e via libera invece a spolverini fiorati, leggeri, sfoderati e perfetti da indossare con pantaloni di cotone chiari o abiti eterei.
Portiamo sempre con noi, anche nelle giornate più calde, una giacca sahariana di seta coloratissima, turchese, rame, giallo oro, lavanda, verde malachite, così leggera da poterla piegare in una borsa e alla sera indossarla velocemente per ripararci dalla brezza della notte.

Questo particolare tipo di seta con il quale sono state confezionate queste sahariane di Pour que tu m’aimes non si stropiccia e non si sciupa assolutamente, quindi possiamo tranquillamente piegarla o arrotolarla  in borsa ed estrarla perfetta da indossare. Un suggerimento per un’immagine femminile rinnovata.

 

spolverino Pour que tu m'aimes e cappello Germano Zama. Carla Massara boutique


Images from Italy

1 Comment »

spolverino e abito Carla Massara boutique

Nascono così certi capi d’abbigliamento, luminosi e splendenti come stelle, fatti di pura bellezza e d’incontaminata classe. Niente può distruggerli, se non si ha voglia d’indossarli, basta guardarli per farsi riempire il cuore d’armonia e di eleganza.

Se poi, oltre ad ammirarli, cresce anche la voglia d’indossarli, si scoprirà che capi così sono molto generosi e regalano a chi li porta parte della loro bellezza e del loro fascino.


Una sera c’incontrammo

No Comments »

abito in chiffon di seta Pour que tu m'aimes per Carla Massara boutique

Un abito romantico, in chiffon di seta, con la gonna morbida che danza al ritmo del nostro passo, rigorosamente su tacchi alti, è senz’altro l’emblema della femminilità. Nell’immaginario maschile è più seducente un abito così, femminile ma di una seduzione garbata e mai sfacciata, di qualsiasi altro abbigliamento classicamente considerato sexy.

Per una serata da dedicare al nostro amore o forse per incontrare un futuro possibile amore, l’abbigliamento migliore è un abito leggero, etereo, con una fantasia un pochino retrò e uno spirito di raffinata seduzione, Poi, fantastiche scarpe con tacco alto, uno spolverino colorato e uno sguardo romantico sul nostro domani con lui.

particolare abito Pour que tu m'aimes designer Carla Massara


Un giorno fortunato

No Comments »

abito Pour que tu m'aimes designer Carla Massara

 

Spesso si discute sul senso che possano avere i saldi.

Secondo me, la vera occasione è avere la fortuna di trovare quel capo, quell’oggetto, che già avevamo adocchiato nei mesi precedenti e trovarlo ora, in stagione di sconti, a prezzo ribassato.

L’abito fotografato è un pezzo della collezione Pour que tu m’aimes. Questi abiti sono prodotti in pezzi numerati, quindi per garantire l’esclusività dell’abito, sono prodotti non più di  due al massimo tre capi uguali. La fortuna, e l’ottimo gusto, di questa graziosissima ragazza è stata di trovare l’abito, l’unico rimasto di tutta la collezione,  della sua taglia, perfetto, scontato e per di più tutto in seta, così da poterlo indossare anche in primavera!

 

 

 

collezione Pour que tu m'aimes


Dolce Vigilia

No Comments »

camicia in chiffon di seta di Pour que tu m'aimes per Carla Massara boutique

 

Stasera, per il cenone di Natale, se avete voglia d’indossare dei pantaloni neri e niente e nessuno è riuscito a convincervi ad indossare un abito, puntate su una bellissima camicina di chiffon o di seta, lunga come una piccola tunica, da portare sciolta sui fianchi, morbidamente danzante. Interpretate questo look per la sera della Vigilia con uno spirito dolce e romantico ispirato dalla nostra fantasia, cavalcando l’onda emotiva di queste giornate così cariche di tenerezza e d’amore.

Quindi trovo molto centrato questo insieme di pantaloni neri con scarpe con tacco alto e una di queste camicie in colori tenui, glicine, rosa antico… i colori dell’alba per la Vigilia di Natale.

Abbinate poi tante collane unite tra di loro, come tante perle mischiate a collane di altre pietre, e il risultato sarà di una grande eleganza. Possibilmente non tralasciate i particolari importanti per una serata di festa, come un trucco accurato e, se avete i capelli lunghi, un raccolto morbido con piccole ciocche sciolte intorno al viso, oppure uno splendido e importante chignon basso.

Una grande stola di garza di lana, da portare piegata in borsa o avvolta momentaneamente intorno al collo, vi scalderà se doveste avere freddo senza aggiungere nessun altro pezzo tipo golfini o giacchine, che rovinerebbero l’armonia di questa mise.

 

camicia in seta di Pour que tu m'aimes per Carla Massara boutique

 


“Pour que tu m’aimes” alla Scala

No Comments »

Grande successo per il don Giovanni di Mozart che questa sera ha inaugurato la stagione d’opera della Scala. Il pubblico ha applaudito con entusiasmo per oltre 11 minuti lo spettacolo firmato da Robert Carsen con la direzione di Daniel Barenboim.

In questa occasione eravamo presenti anche noi grazie alla giornalista Donatella Calembo che indossava, in maniera impeccabile, un abito della collezione Pour que tu m’aimes in seta rosso con ramage perla interamente foderato in cachemire.

La giornalista Donatella Calembo alla Prima alla Scala indossa in abito di seta di Pour que tu m'aimes

 

Donatella Calembo indossa una seta Pour que tu m'aimes alla Scala

 

abito Pour que tu m'aimes designer Carla Massara


Un fantastico guardaroba

No Comments »

 

 

 

Solo noi donne possiamo sapere cosa significhi per noi il nostro guardaroba, la passione che abbiamo per il nostro armadio.

Conosco perfettamente a memoria l’armadio di molte mie clienti, ho catalogato il contenuto, assemblato i pezzi delle varie annate e, sapendo quanto giustamente tengano ai loro vestiti, cerco sempre di ricordarmi tutto  e sovente  le sorprendo ricordandomi più io di loro le cose che hanno acquistato magari dieci anni fa.

Tutto questo non perchè io abbia una memoria speciale, anzi a volte mi dimentico le cose più semplici, ma perchè anch’io adoro i guardaroba femminili, collezionare abiti, riordinarli in gradazione di colore, abbinare le collane appese per ogni vestito….

Se anche voi amate il vostro armadio, vi suggerisco di acquistare a volte non solo capi utili e saggi ma lasciatevi andare qualche volte ad acquisti “inutili.” Arricchite il vostro guardaroba di quei pezzi che al momento vi fanno pensare che non servano a nulla, saranno proprio quelli a far si che il vostro armadio diventi speciale, divertente, affascinante e non solo banalmente saggio e noioso.

Nel tempo troverete che quel capo che sembrava superfluo si è rivelato quello che è durato di più nel tempo senza annoiarvi mai.

 

 

 

 

 

 


Per un Natale diverso…

No Comments »

Collana in quarzo rosa e orecchini " quadro in miniatura" Carla Massara boutique

Velocemente, come tutto quello che avviene nella nostra epoca, il Natale 2011 si sta avvicinanando.

Vorrei proporvi delicatamente, sottovoce, ma nella mia più assoluta convinzione, di rivolgere il vostro sguardo e la vostra attenzione, nella scelta dei regali di Natale, a delle realtà diverse dai soliti multistore freddi e impersonali, dalle catene di grandi magazzini in mano alle multinazionali o ai centri commerciali aperti per investire i guadagni di finanziatori potenti che della moda non interessa e non ne ne capiscono nulla, se non il profitto che ne possono ricavare.

Rivolgiamoci tutti al piccolo commercio, che vive e si sostiene autonomamente con il proprio lavoro, fatto di passione e competenza.Scegliamo dei creativi, degli artigiani o comunque persone che vi proporranno con amore oggetti, capi e accessori di abbigliamento particolari, fuori dalla grande e spersonalizzata distribuzione. Saranno senz’altro  dei regali originali e di ottimo gusto, oltre ad avere contribuito a fare si che continuino ad esistere posti importanti per la vita e la cultura delle nostre città.

 

giacchino in maglia tessuto di Carla Massara boutique, Milano via Castel Morrone 9

scelta di orecchini scultura e quadro in miniatura ( con autentica dell'autore Renato Giananti) in vendita a 70,00 euro Carla Massara boutique


Il colore del melograno

No Comments »

caban di Pour que tu m'aimes designer Carla Massara e pantaloni True Royal per Carla Massara boutique

 

Quando ci alziamo al mattino e abbiamo molta fretta, siamo già in ritardo e vorremmo vestirci velocemente ottenendo, però, il massimo del risultato, ecco, in questi momenti, non c’è niente di meglio di avere conosciuto una consulente d’immagine che ci abbia già impostato perfettamente i completi da indossare.

Senza bisogno d’impazzire cercando, in poco tempo, di abbinare i nostri abiti, la nostra consulente di stile ci avrà già preparato tutte le combinazioni possibili, accessori compresi, ottimizzando i capi nuovi che abbiamo acquistato  e utilizzando anche pezzi che già avevamo.

Per esempio il completo fotografato l’ho preparato per la nostra amica avvocato Lucrezia, pronto da essere indossato per andare a lavorare nel suo studio. Il caban di Pour que tu m’aimes è in un tessuto di lana opereata e l’abbiamo abbinato ad una piccola maglia in lana leggera nera, pantaloni di True Royal sottili, alla caviglia, borsa colore melograno come i fiori della giacca e tronchetti sabbia. Il risultato è stato un insieme svelto ma molto raffinato e particolare, soprattutto per gli straordinari colori del caban.

 

caban Pour que tu m'aimes per Carla Massara boutique

 

 

 

 


Un amore di cappottino

2 Comments »

Cappotto di Fabrizio Lenzi per Carla Massara boutique

 

Se il nostro armadio pullula di cappotti, cappottini e giacche nere, forse questo è l’anno giusto per innamorarci ancora del cappotto colorato.

Molte di noi erano bambine quando le nostre madri ci facevano indossare il cappotto di casentino arancio o rosso amaranto, quindi ora rivedere tutti questi fantastici colori ci da una sensazione gioiosa e, nel contempo, un senso di smarrimento, come se, togliendoci la certezza del rassicurante nero, qualcosa di certo ci venisse a mancare.

La soluzione migliore è di procedere per gradi. Iniziamo con un fantastico pullover coloratissimo, magari turchese da abbinare a pantaloni castoro, fango o marron glacè. Poi, a poco a poco, potremmo osare anche un cappotto rosa intenso da abbinare al nero, al grigio e a tutte le gradazioni del prugna.

 

trench di Fabrizio Lenzi per Carla Massara boutique

 

Cappotto di Fabrizio Lenzi e abito di Pour que tu m'aimes per Carla Massara boutique

 


A teatro, una sera

No Comments »

cappa di piuma d'oca Carla Massara boutique

 

La cappa di piuma d’oca è uno di quei capi pensati per uscire alla sera senza dovere rimetterci i soliti piumini che usiamo di giorno.

Per andare a teatro con un abito colorato, per andare a vedere un balletto alla Scala con una tuta palazzo scollata sulla schiena, per uscire a cena con un abitino a fantasia…

Poi. inaspettatamente, un giorno la possiamo indossare con un pullover bianco con un grande collo ad anello e pantaloni neri elasticizzati dentro agli stivali e così uscire tranquillamente alle nove di mattina per le nostre commissioni.

 

cappa in piuma d'oca e tuta palazzo di Pour que tu m'aimes per Carla Massara boutique

 

particolare del collo di pelliccia ecologica e collana in pietre dure azzurre e catena Carla Massara boutique


Moda e cultura, un binomio senza età

No Comments »

Cappotto e cappello di Carla Massara boutique

Inizia prestissimo l’amore per la moda e gli anni del liceo sono l’espressione della trasformazione del gusto per il bello. Per chi è naturalmente portato in questo campo, inizierà ad apprezzare le cose con un certo stile e consoliderà la sua innata raffinatezza.

Amabilissimi i piccoli cappottini autunnali, semplici ma con una bellissima linea, da indossare con i tanti cappelli di moda quest’anno. Un pullover coloratissimo e un paio di jeans completeranno perfettamente una mise per una liceale.

 

  • A proposito di scuola, vi segnalo una bella iniziativa AGORA’ SCUOLA APERTA promossa dalla Casa Editrice Laterza. Due Licei Classici di Milano, il Carducci in via Beroldo 9 ed il Virgilio in Piazza Ascoli, si apriranno a tutti un pomeriggio a settimana per seguire lezioni, seminari, letture tenute da grandi protagonisti della vita pubblica italiana.
    Informazioni su www.agorascuolalaterza.it

 

pullover e orecchini quadro Carla Massara boutique

 

pullover turchese di Carla Massara boutique


Mai in autunno senza la cappa

No Comments »

Cappa in lapin e maglia, camicia in seta e pantaloni True Royal per Carla Massara boutique

 

Un must have di quest’autunno è senza dubbio la cappa, accessorio divertente e molto pratico.

La sua praticità sta nel poterla abbinare a pantaloni larghi o stretti e stare benissimo con entrambi, nel potere indossare un abito sportivo o elegante e sentire che la cappa si amalgama perfettamente con lo stile prescelto.

La duttilità di questo capo lo rende indispensabile nel nostro armadio, senz dimenticare che quando farà troppo freddo per uscire solo con la cappa, la potremo infilare sopra ad un cappotto e sfidare così la giornate più glaciali.

cappa in lapin e maglia Carla Massara boutique

 

spilla scultura di Renato Giananti per Carla Massara boutique

 

vetrina di Carla Massara boutique via Castel Morrone 9 milano


La ragazza in rosso

No Comments »

abito in seta con interno in cachemire di Pour que tu m'aimes designer Carla Massara

 

Nell’aria c’è tanta voglia di rosso. Colore per eccellenza, a volte non molto proposto nelle sfilate di moda, a volta molto trascurato dalle scelte dei negozi, oggi vive da protagonista ovunque.

Quindi, che sia un cappotto rosso o un abitino rouge a fantasia, dobbiamo possedere nel nostro guardaroba almeno un pezzo di questo colore e convincerci che vestire sempre e unicamente di nero o di non colori non è sinonimo di eleganza.

 

spolverino in velluto e abito in seta con interno in cachemire di Pour que tu m'aimes designer Carla Massara

 


Un weekend sui canali

No Comments »

Amsterdam

 

cappotto in cachemire Pour que tu m'aimes, camicia e pantaloni True Royal per Carla Massara boutique

 

Il cappotto di cachemire di Pour que tu m’aimes è leggerissimo ma molto, molto caldo.

Se vi capitasse, in questo periodo autunnale, di partire per un viaggio, un capo di questo tipo è l’ideale. In caso di freddo è possibile chiuderlo e avvolgersi dentro, in caso di caldo si può arrotolare e farlo diventare piccolissimo, tanto da poterlo infilare in una borsa di media grandezza. Quando lo ritirerete fuori dalla vostra borsa ritornerà perfettamente a posto, senza essere minimamente stropicciato.Fantastico.

cappotto in cachemire Pour que tu m'aimes per Carla Massara boutique

 

Amsterdam

 

Amsterdam

 

Amsterdam

 

Amsterdam


Christian Dior… memoria di una leggenda

No Comments »

1950 Grace Kelly in Dior

Cliccare sulla freccia al centro per vedere il filmato

http://youtu.be/ntEITJRjX7g

Christian Dior rivoluzionò la moda proponendo nel 1946 una linea assolutamente innovativa e che non si era mai vista prima. Arrotondò le spalle, che prima erano  imbottite, strizzò la vita con le guepiere e portò le gonna a 20 cm da terra,  con un taglio a corolla. Questo fu il New Look che spopolò ovunque e che essendo fatto di stoffe pregiatissime con un enorme consumo di metraggi di tessuto, aiutò non poco a risollevare l’industria tessile.

Ogni anno Dior immise sul mercato nuove idee creando un’attesa ed una tensione continua. Al New Look del 1947 seguirono:

  • 1949 la linea illusione a pannelli intercambiabili
  • 1950 la linea verticale con le gonne a tubo e le braccia nude
  • 1951 la linea lunga con la gonna rigida per dare più slancio al busto
  • 1952 la linea sinuosa con la vita sciolta e le gonne accorciate
  • 1953 la linea tulipano che metteva in evidenza il seno
  • 1954 la linea H che appiattiva il seno
  • 1955 la linea A con le gonne ampie e le spalle strette
  • 1956 la linea a freccia che assottigliava la figura
  • 1957 la linea a sacco o a fuso
Creò sempre delle linee estremamente femminili ed molto sofisticate, in antitesi con Coco Chanel che prediligeva la comodità e la praticità per suoi modelli.
Morì improvvisamente nel 1957 a  soli 52 anni, lasciando  che il mondo facesse del suo nome  un sinonimo di classe e di eleganza per l’eternità
1950 modello di Christian Dior

1950 modello Dior

Grace Kelly in Dior

Audrey Hepburn con un modello di Christian Dior

 

sfilata John Galliano per Dior 2011