Quella sera dorata…

camicina Pour que tu m’aimes per Carla Massara boutique

Giornate di festa….potrebbe essere un inizio ad abituarci a vestire diversamente?

Quando tutta quella fascia generazionale dai quarant’anni in su capirà che sono finiti i tempi in cui si era molto contemporanei se vestivamo al massimo del minimalismo, snobbando con superiorità un certo tipo di eleganza, una certa accuratezza? Sembrava quasi ridicolo presentarsi all’inaugurazine di una mostra senza la divisa pantalone nero e maglioncino nero scarpa bassa.

Che noia, non mi piaceva questo trend neanche anni fa figuriamoci ora, ora che siamo nell’era delle stupende rivisitazioni vintage. Non per altro le ragazze più giovani escono con l’abitino anni’50 della nonna mischiato ad altri pezzi attuali. Bravissime

Chiedo sempre alle amiche che seguo nel mio atelier cosa abbiano indossato per le varie occasioni, anche le più semplici. Non sono felicissima quando, a volte, mi rispondono ” un jeans e un golf, non era il caso di cambiarsi”.

Non è assolutamente vero, è assolutamente sempre il caso di prendersi cura di noi stesse, di andare a casa di amici con una camicia dalle foglie dorate, abbandonando i soliti maglioni di tutti i giorni.

Saremo le uniche nel gruppo di amici così ricercate? Non importa, portate avanti con forza la vostra personalità, a poco a poco vi seguiranno perché è molto piacevole osservare una donna vestita accuratamente, con qualche particolare degno di nota, sempre con gusto e raffinatezza, ma lontano dal grigio uniforme.

 

 


Leave a Reply

*