Nuvole sulla pelle

 

Nuvole sulla pelle, leggere ed eteree. Colori  impalpabili, sensazione di dolcezza e di armonia.

” A Parigi il cielo era terso e tantissime persone erano per strada a passeggiare nel Quartiere  Latino. Lei si mischiava tra la folla ma era unica. Nessuna e’ piu stata come lei, camminata leggera ma decisa, luce negli occhi chiari e movenze da ballerina. Quel giorno di fine febbraio indossava una cappa cammello su un abito azzurro con la gonna a ruota, guanti lunghi di pelle chiara e… null’altro se non il suo essere quella che nessun’altra e’ piu’ stata. Nel tempo a venire l’ho cercata sempre, ogni giorno, quando imperversava il vento o sotto la piaggia… “ Parigi 1954

 

 


Leave a Reply

*